Valerio Zurlini. Gli anni delle immagini perdute

Gli anni delle immagini perdute” è un film-documentario sul regista emiliano Valerio Zurlini, autore di capolavori come “La ragazza con la valigia” e il “Deserto dei tartari”.
Il film si ispira al titolo del volume che raccoglie il diario del regista, scritto dal novembre 1981 al maggio 1982 e, soprattutto, tre sceneggiature di film mai realizzati. Un testamento spirituale, redatto durante la malattia, in cui Zurlini (scomparso nell’ottobre 1982) denuncia le “immagini perdute”, i tanti film che scrisse e preparò senza riuscire a portarli a compimento. Il regista trae ispirazione da quelle pagine e torna nei luoghi in cui Zurlini amava ritirarsi (Venezia segreta filmata sotto la neve, Riccione d’inverno, il Duomo di Parma), raccogliendo le testimonianze di amici e collaboratori: Jacques Perrain, l’attore preferito di Zurlini, Weiss, il suo assistente alla regia, Claudia Cardinale, Giorgio Albertazzi.
Inoltre ripropone il repertorio di interviste e conversazioni del regista, nel tentativo di capire le cause di quel forzato “silenzio” produttivo, che nella storia del cinema italiano ha accomunato le vicende di molti grandi registi, De Santis, Fellini, Antonioni, negli ultimi anni delle loro esistenze.
Gli anni delle immagini perdute” è prodotto da Doc Art in collaborazione con Rai Cinema, Rai Teche, Titanus, Istituto Luce-Cinecittà e Regione Emilia-Romagna. La fotografia e il montaggio sono di Eugenio Persico; le musiche originali di Pasquale Catalano; la voce narrante è Giovanni Crippa.

2012_ValerioZurlini1

La scheda

Regia
Adolfo Conti
Produzione
Doc Art
Nazionalità
Italia
Anno
2013
Durata
87’
Presentazione
Sezione Venezia Classici della 69a Mostra del Cinema di Venezia