La ballata dei senza tetto

Il cortometraggio d’animazione racconta, con gli occhi del piccolo Tommy, il dramma dell’Emilia colpita dal terremoto del 2012: la gente, il dolore, il coraggio, la rinascita. Ad accompagnare il bambino nel viaggio, una lumaca, simbolo di tenacia e di progresso. I personaggi sono stati interamente costruiti e animati in 3D in sette mesi di lavorazione. Tanti i simboli inseriti nell’opera, come omaggio alla cultura e alla storia della regione; ad esempio le mongolfiere che scoperchiano i tetti, ispirate dalla famosa manifestazione di Ferrara, territorio tra i più colpiti dal sisma; o le tonalità di marrone della “terra” emiliana che richiamano le scene dei campi di grano e le rive del Po di “Novecento” di Bernardo Bertolucci.

La ballata dei senza tetto_2

 

La scheda

Regia
Monica Manganelli
Produzione
Independent Revolution, Emilia-Romagna Film Commission
Nazionalità
Italia
Anno
2015
Durata
9'