Gli anni che cantano

Regia di Filippo Vendemmiati | documentario | 2019

“Gli anni che cantano” si sviluppa su diverse scene girate tra Bologna e l’Emilia, ma parte da un mercatino di antiquariato di Parigi, da dove si dipana la storia: Ianna Carioli, tra le fondatrici del Canzoniere delle Lame, ritrova una foto del 1969 che immortala una giovane donna che canta al microfono indossando una maglietta di Gramsci. Voce off: “Avevo poco più di vent’anni…”. Tra inediti reperti video e audio dell’epoca hippies, e poi post ’68, il racconto si sposta al quartiere Navile di Bologna, la partenza in pulman verso una destinazione ignota e primi dialoghi tra Lodo Guenzi (Lo Stato Sociale), Giacomo Gelati (Le Altre di B) e gli ex componenti del Canzoniere. Poi piazza Nettuno, a Bologna (dove viene ricostruita la baracca in lamiera che più volte ha ospitato i musicisti del Canzoniere), al Palasport di Bologna. Una scena è l’autogrill del Cantagalllo di Sasso Marconi dove nel 1971, l’on. Almirante, allora leader del MSI, non venne servito dal personale. Su questo episodio il Canzoniere scrisse una canzone. Il docufilm si chiude con un concerto, e le immagini di Ettore Scola alla Festa dell’Unità del 1972.

Video

Il nostro speciale

Stato
in corso
Regia
Filippo Vendemmiati
Soggetto e sceneggiatura
Filippo Vendemmiati / Donata Zanotti
Direttore della fotografia
Francesco Gastoldi
Montaggio
Matteo Castaldo / Francesco Gastoldi
Musica
Musiche originali del Canzoniere
Cast
Il Gruppo de Il Canzoniere delle Lame / Giacomo Gelati / Alberto Cazzola - Lo Stato Sociale
Durata
88'
Location
Bologna, Appennino bolognese e modenese, Ferrara, Delta del Po
Bando di riferimento
Bando Produzioni regionali - anno 2019
Festival, Premi e riconoscimenti speciali
2020 - Biografilm Festival, sezione Art&Music