Giusto il tempo per una sigaretta

Regia di Valentina Casadei | cortometraggio | 2019

Christian, un ragazzo di venticinque anni, cerca in tutti i modi di fare andare a scuola suo fratello minore, Giulio; cosa facile, per i più, ma non per loro. Christian, infatti, lavora come muratore in un cantiere lontano da Corticella, il quartiere di Bologna nel quale vivono, e, per di più, il suo lavoro comincia alla stessa ora in cui il fratellino deve andare a scuola. La madre dei fratelli è alcolizzata, assente e non è in grado di assumersi alcuna responsabilità, né nei propri riguardi né nei confronti dei propri figli che, pertanto, sono abbandonati a loro stessi. In più, la figura paterna è inesistente. Christian ha la pelle chiara e gli occhi azzurri. Giulio è, invece, meticcio. Giulio chiederà al fratello perché la loro pelle sia di colore così diverso. Christian gli spiegherà che hanno la stessa madre ma il padre diverso. Aggiungerà che il padre di Giulio, probabilmente, assomiglia più a Mohamed, il proprietario del negozio di alimentari dello stesso palazzo dei ragazzi, dal quale si recano puntualmente per prendere l’alcool per la madre oppure le caramelle preferite di Giulio. Dopo varie peripezie ed ostacoli superati e grazie all’aiuto di Mohamed, Giulio riuscirà ad andare a scuola tutte le mattine, consentendo a Christian di non perdere il lavoro

Stato
in corso
Regia
Valentina Casadei
Soggetto e sceneggiatura
Valentina Casadei
Direttore della fotografia
Luca Nervegna
Montaggio
Corrado Iuvara
Musica
Bernhard Fleischmann / Daga & Bena / Andrea Cipria feat Paola Gaio
Scenografia
Giampietro Huber
Cast
Matteo Olivetti / Malik Gueye / Aziz Es Sahnouny / Eleonora Massa / Danilo de Summa
Durata
16'
Location
Bologna
Bando di riferimento
Bando Produzioni regionali - anno 2019