Volevo nascondermi: a maggio le riprese del nuovo film di Giorgio Diritti con Elio Germano

12 marzo 2018

Antonio Ligabue, la sua vita tormentata, il suo visionario talento naif saranno raccontati da Giorgio Diritti nel lungometraggio Volevo nascondermi, che concretizza l’insediamento produttivo del colosso cinematografico Palomar sul territorio di Reggio Emilia.
A impersonare il pittore di Gualtieri sarà Elio Germano, ritenuto da regista e produzione l’attore più giusto per interpretare questo intenso e delicato ruolo.
Le riprese del film – coprodotto da Rai Cinema – partiranno a maggio e si svolgeranno quasi interamente nel reggiano, dopo una lunga e ponderata gestazione di sceneggiatura, che ha coinvolto lo stesso Diritti, insieme a Tania Pedroni e Fredo Valla. Emilia-Romagna Film Commission si è già messa a disposizione del team, a cui sta fornendo consulenza e servizi per l’avvio del set.
A ottobre 2017 era stata annunciata la decisione di Palomar di portare parte della produzione in Emilia-Romagna, terra d’origine del Presidente Carlo Degli Esposti e del Direttore Generale Nicola Serra. Entro la prossima estate l’insediamento dovrebbe avvenire all’interno del Padiglione 17 del Tecnopolo di Reggio Emilia, in cui si sta sviluppando il Parco Innovazione, ricavato dalla riconversione dell’area dismessa delle ex Officine Reggiane.
Palomar, attiva dal 1986, è leader nel panorama italiano delle produzioni televisive e cinematografiche, con titoli amati dal grande pubblico come le serie “Il Commissario Montalbano” e “Braccialetti rossi”, e lungometraggi come “Il giovane favoloso” di Mario Martone (sempre con Elio Germano) e “La vendetta di un uomo tranquillo”, thriller di Raúl Arévalo, vincitore del premio Goya in Spagna.
Carlo Degli Esposti e Giorgio Diritti hanno ci hanno raccontato questa importante operazione

Video

Palomar, Diritti, Ligabue: il trio che ha conquistato Reggio Emilia