Visioni Italiane apre il bando dell’edizione 2020

10 settembre 2019

La Cineteca di Bologna apre il bando per la 26esima edizione di Visioni Italiane, il concorso per corti, mediometraggi e documentari realizzati da giovani autori e registi. C’è infatti tempo fino al 15 novembre per iscrivere il proprio film, compilando il format d’iscrizione on line e candidarlo al festival che si terrà a Bologna dal 3 all’8 marzo 2020.
Sebbene il cortometraggio nel nostro Paese non abbia ancora un mercato consolidato molte carriere cominciano di fatto con la realizzazione di opere brevi e con il desiderio di poter incontrare il pubblico.
Visioni Italiane dà la preziosa possibilità di promuovere i “formati irregolari”, attraverso diverse sezioni e altrettanti premi in denaro assegnati da giurie di esperti e da gruppi studenteschi.
Grazie a questo festival hanno avviato con successo la propria carriera cineasti come Gianni Zanasi, Matteo Garrone, Daniele Gaglianone, Gianluca Tavarelli, Paolo Genovese, Luca Miniero, Francesco Amato, Salvatore Mereu, Francesco Munzi, i fratelli De Serio e tanti altri nomi noti del cinema italiano: oggi registi affermati a livello internazionale, allora giovani talenti in cerca di spazio e visibilità.
Le opere, di qualsiasi formato e per qualsiasi sezione, devono essere inviate tramite link scaricabile e senza scadenze temporali, da indicare sulla scheda di iscrizione oppure inviate in copia DVD al seguente indirizzo:

VISIONI ITALIANE – Concorso Nazionale per Corto, Mediometraggi e Documentari
Fondazione Cineteca di Bologna
Via Riva di Reno, 72 – 40122 Bologna
Per informazioni
tel  051 2194835
visioniitaliane@cineteca.bologna.it