Venezia 77 – Emilia-Romagna Film Commission presente con 3 film alle Giornate degli Autori

23 luglio 2020

Le Giornate degli Autori di Venezia 77 amano il cinema dell’Emilia-Romagna. Sono tre le opere sostenute dal Fondo Audiovisivo dell’Emilia-Romagna che la prestigiosa sezione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica presenterà dal 2 al 12 settembre.
Evento speciale sarà Nilde Iotti, il tempo delle donne, film che Peter Marcias ha dedicato alla grande donna politica di Reggio Emilia, restituendone la vicenda umana e pubblica attraverso una splendida Paola Cortellesi e tante preziose immagini di repertorio e testimonianze: come le amiche d’infanzia reggiane: Ione Bartoli, Loretta Giaroni ed Eletta Bertani, i personaggi della vita politica italiana di quegli anni (Livia Turco, Presidente Fondazione Iotti, Giorgio Napolitano in primis e l’attuale Presidente della Repubblica Sergio Mattarella), e grandi personaggi della cultura, teatro, cinema, quali Luciana Castellina, Cecilia Mangini, Michela Murgia, Edda Billi, Elly Schlein e altri che direttamente o indirettamente hanno avuto a che fare con la Iotti.
Il film è prodotto da Mario Mazzarotto per Movimento Film e Ganesh Produzioni, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema e della Regione Emilia Romagna; sarà distribuito da I Wonder.

A caratterizzare gli appuntamenti off dell’edizione 2020 delle Giornate Degli Autori, saranno le Notti Veneziane all’Isola degli Autori, che raccoglieranno in un unico spazio l’eredità, il percorso creativo e di ricerca sviluppato parallelamente da Isola Edipo e dalle Giornate. Un nuovo spazio, ideato insieme a Silvia Jop, dedicato all’indagine del rapporto creativo tra linguaggio cinematografico e le altre arti: dal teatro alle arti visive e alla musica. E proprio in rappresentanza dell’arte teatrale, inquadrata dal retroattivo focus arriveranno al Lido Michele Mellara, Alessandro Rossi e Mammut Film con 50 – Santarcangelo Festival: una carrellata di corpi, opinioni, spettacoli, dalla prima alla più recente edizione del festival romagnolo noto in tutto il mondo, che ha appena concluso la sua edizione 2020.
Approdo al Lido anche per Genoma Films e il suo Est, diretto da Antonio Pisu, opera che fa entrare di diritto il giovane cineasta nella sua maturità artistica cinematografica. Il lungometraggio sarà l’unica opera di finzione del programma, e con la sua verve inaugurerà le Notti Veneziane. Tra i protagonisti c’è infatti Lodo Guenzi, che con Lo Stato Sociale firmerà anche le musiche del film. “Est” è tratto da una storia vera, un road movie ambientato nel 1989 tra Cesena e la Romania, pronta a rompere la dittatura di Ceausescu. Un viaggio che cambierà per sempre le vite di tre amici partiti dalla città romagnola per una vacanza che si rivelerà tutt’altro che spensierata. Insieme a Lodo, Matteo Gatta, Jacopo Costantini, Paolo Rossi Pisu e Beatrice Balzani.

Il cinema dell’Emilia-Romagna sarà rappresentato anche da Elisabetta Sgarbi, che animerà gli eventi speciali con il suo Extraliscio-Punk da balera, ritratto della dissacrante band punk guidata da Mirco Mariani e narrata dallo scrittore Ermanno Cavazzoni.