Il week end è troppo corto con Ennesimo Film Festival

02 maggio 2019

Decine di cortometraggi da tutto il mondo, laboratori dedicati ai più piccoli e ospiti internazionali: tutto a ingresso gratuito. Arrivato alla sua quarta edizione l’Ennesimo Film Festival organizzato da Federico Ferrari e Mirco Marmiroli a Fiorano Modenese, moltiplica di anno in anno i numeri e le location. “Il programma del Festival di quest’anno – commentano infatti gli organizzatori – si rivolge proprio a tutta la famiglia. Obiettivo del festival è come sempre quello di offrire uno sguardo sul mondo contemporaneo attraverso il cinema, ma anche quello di divertire, coinvolgere e appassionare e da qui è nata la volontà di ampliarlo rivolgendoci a tutte le fasce di età con attività in biblioteca e ludoteca”.

Al centro della kermesse i cortometraggi della Selezione Ufficiale in programma il 3 e 4 maggio alle ore 21 al Teatro Astoria, tra cui spiccano il corto americano Skin di Guy Nattiv vincitore del Premio Oscar come Miglior Live Action, e Little Hands di Rémi Aller vincitore del Premio César come Miglior Cortometraggio. Sono ben tredici le première italiane, a cui si aggiunge una prima straniera e una internazionale, che si contano tra i film in concorso nelle varie sezioni del Festival. Oltre alla gara ufficiale ci sono infatti corti in competizione per l’Ennesimo Premio Giovani assegnato dai quasi 900 studenti partecipanti al progetto Non è l’Ennesima Giornata di Scuola, film in concorso per l’Ennesima Risata, nuova sezione realizzata con Encounters Film Festival e Visioni Sarde, selezione di corti realizzati in Sardegna o da autori sardi in collaborazione con Visioni Italiane della Cineteca di Bologna e il Circolo Nuraghe. Sarà il BLA di Fiorano, sempre il 3 e 4 maggio, a ospitare il programma di proiezioni collaterali. Tra le novità anche Odissea Virtuale, una sezione di film a 360° visibili tramite i visori di realtà aumentata, proiettati alla Nuvola (nel Distretto Ceramico), e poi la trasmissione in diretta da Palazzo Astoria su Radio Antenna Uno, e l’attività Primi Passi in Ludoteca Barone Rosso, con laboratori sul cinema dedicati ai piccoli dai 3 ai 6 anni. Tra gli appuntamenti collaterali da segnalare c’è anche un appuntamento in collaborazione con la Fondazione e l’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna in programma il 3 maggio alle 9:30, con un incontro dedicato al confronto sulle forme di narrazione dei movimenti di piazza contemporanei.

Il Festival si chiude il 5 maggio all’Astoria prima con l’anteprima mondiale di Salse Connection, un cortometraggio ambientato alle Salse di Nirano, girato da Francesco Barozzi e Natalia Guerrieri, vincitori dell’Ennesima Borsa di Studio 2018, e infine con le premiazioni. In palio un premio assegnato dal pubblico del Festival e un premio della giuria composta dallo sceneggiatore Lorenzo Rossi Espagnet, dalla critica Alice Cucchetti e da Carlo Migotto organizzatore del Lago Film Festival. Tra i premi anche quello alla Miglior Recensione riservato agli scritti degli studenti.