Il territorio incontra il cinema con Mente Locale

10 novembre 2020

Sarà online, gratuita e accessibile dai cinefili di tutta Italia, la settima edizione di Mente Locale, il concorso dedicato al cinema che guarda al territorio attraverso racconti di viaggio, inchieste sociali, sguardi su paesaggi e originali strategie di sostenibilità. Dalle colline tra Bologna e Modena, dove è nata, la kermesse conquista infatti l’intero territorio nazionale. Potere dello streaming a cui la pandemia ha costretto l’intero comparto dello spettacolo e dell’audiovisivo. Se la magia dell’incontro in sala è irrealizzabile è pur vero d’altronde che la platea si può allargare senza limiti di spazio e di geografia.

Dall’ 11 al 15 novembre 2020 tramite la piattaforma docacasa.it gli spettatori di tutta Italia potranno dunque vedere gratuitamente l’intero programma dell’edizione 2020: ventidue film provenienti da tutto il mondo, con due anteprime assolute, sei prime italiane e sette anteprime regionali, tra docufilm, fiction, sguardi apocalittici e viaggi in mondi nascosti, con uno sguardo privilegiato al continente asiatico da cui arrivano ben nove film che raccontano storie ambientate in Armenia, Russia, Cina e nella Chernobyl post-atomica.

Ampio spazio è riservato come sempre ai documentari, che in molti casi accendono i riflettori su realtà nascoste come in Mujeres del campo della spagnola Marta Solano, che racconta la vita rurale della Cantabria, di Coexist di Komeil Soheili, un’immersione nella vita del pescatore Dela sull’isola di Hormuz nel sud dell’Iran, Golden Fish, African Fish di Thomas Grand e Moussa Diop, un film girato nel sud del Senegal, in una delle ultime zone di rifugio dell’Africa occidentale per i pescatori tradizionali che resistono alla minaccia delle grandi industrie della pesca.
Tra i documentari che ripercorrono storie del mondo artistico e dei suoi protagonisti segnaliamo invece Gli anni che cantano di Filippo Vendemmiati, film sostenuto dal Fondo Audiovisivo dell’Emilia-Romagna che ripercorre la storia del Canzoniere delle Lame, il gruppo che ha fatto la storia della canzone politica a Bologna e non solo.

Le opere in concorso si contendono i due premi principali per il migliore documentario e la migliore opera di finzione assegnati da una giuria di esperti. Ma in palio ci sono anche il nuovo premio distribuzione per un cortometraggio, in collaborazione con Elenfant Distribution, offerto dalla società Sayonara Film e tre menzioni speciali assegnate rispettivamente dal Touring Club Italiano alla migliore opera che racconta il territorio italiano, dal Segretariato MiBACT Emilia-Romagna alla migliore opera su beni culturali o promozione dell’identità culturale dell’Emilia-Romagna, e dal Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano all’opera che meglio rispecchia i propri valori. Confermato anche il premio per il fotocontest di Grand Tour Emil Banca – Il cuore nel territorio.  Accanto ai film il programma prevede una serie di eventi live in streaming tra i quali una tavola rotonda con gli autori in concorso (il 14 novembre).

Il festival Mente Locale – Visioni sul territorio 2020 è ideato e organizzato da CARTA|BIANCA, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Emil Banca, Città di Vignola, Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, Comune di Valsamoggia, Liberex.

Video

Il trailer dell'edizione 2020