Terra di Tutti e le voci dal mondo invisibile

09 ottobre 2018

Dalla crisi siriana all’infanzia negata; dalle questioni ambientali al futuro del pianeta. Le voci del sociale, dei diritti umani, dell’equità e della dignità della persona rompono il silenzio e scelgono il cinema per farsi vedere e documentare la realtà attraverso le immagini. EnERgie Diffuse di cultura e umanità, dunque, che aderiscono alla Settimana della Cultura della Regione Emilia-Romagna con il Terra di Tutti Film Festival.
Ospitata anche quest’anno dalla Cineteca di Bologna al cinema Lumière, dall’11 al 14 ottobre, in alternanza con Firenze, la manifestazione vede ancora una volta al timone le organizzazioni GVC e COSPE onlus, con una selezione di 25 film internazionali in concorso, in quattro sezioni da premiare, e 13 fuori competizione.
Il Cinema sociale sarà quindi protagonista delle intense giornate di programmazione, che coinvolgeranno anche le scuole del territorio e numerosi ospiti, attraverso focus tematici e incontri. Tra questi “Essere duri senza perdere l’ironia. Terra di Tutti Film Festival incontra EU Aid Volunteers”. Il Terzo Segreto di Satira e la band de Lo Stato Sociale ne parleranno giovedì 11 ottobre, alle 15, al Dipartimento di Sociologia dell’Università di Bologna in Strada Maggiore. L’ingresso è libero, ma è consigliata l’iscrizione.
In un momento in cui il Brasile è a una svolta storica, molto interessante anche il focus di venerdì 12 al Lumière nella sessione Guardiani della Terra, in cui Ananias Viana, leader dei Quilombos dell’Iguape, sarà protagonista del documentario di Lula Oliveira e incontrerà il pubblico per far conoscere le comunità discendenti dagli schiavi africani.
Novità del festival l’introduzione delle web series: spazio quindi a #Work_in_Progress, 9/11 e TSS ON THE ROAD: an EU Aid Volunteers webseries, che vede nuovamente coinvolto il gruppo de Il Terzo Segreto di Satira, affiancato dal giornalista e conduttore Luca Bottura.

In stretta collaborazione con la Cineteca di Bologna tre proiezioni fuori concorso: il 10 ottobre alle 19:45 l’attesissima anteprima La Strada dei Samouni del pluripremiato Stefano Savona, presente in sala. Giovedì 11, alle 20:15 Piazza Vittorio di Abel Ferrara e, sabato 13 ottobre, alle 16, Libre di Michel Tosca, che incontrerà il pubblico alla proiezione delle 16:00 e il giorno prima gli studenti delle scuole nella proiezione riservata.

Da segnalare, fuori concorso, anche il corto di Enza Negroni La Felicità è blu, reduce dall’anteprima assoluta a Venezia 75 nella sezione MigrArti.

Video

La sigla del Festival