Stefano Savona racconta La strada dei Samouni

16 ottobre 2018

Stefano Savona, noto documentarista e antropologo, è uno dei pochi giornalisti presenti a Gaza nel 2009 durante i bombardamenti israeliani nei territori occupati; conosce i Samouni il giorno dopo la tragedia che vede sterminati 29 membri innocenti di questa famiglia di agricoltori. Ne rimane profondamente e intimamente colpito, tanto da iniziare a seguirne la storia per quasi un decennio. La sua voce narrante tra il passato spezzato e un futuro incerto sarà proprio la piccola Amal, su cui il documentario La strada dei Samouni si plasma.

Ai nostri microfoni Stefano Savona racconta il percorso personale e professionale che ha portato alla realizzazione del film – molto legato all’Emilia-Romagna – premiato a Cannes come miglior documentario e in lizza per le selezioni agli Oscar 2019.