A primavera sboccia il cinema del reale. La nuova rassegna streaming di DER

30 marzo 2021

Si chiama Registi on line a primavera – Spring Doc 2021 e comprende quattro dei migliori documentari italiani e una serie di incontri con gli autori e le autrici che li hanno realizzati. È la nuova rassegna ideata dalla DER, associazione che raggruppa i Documentaristi dell’Emilia-Romagna. L’inizio è previsto per lunedì 30 marzo e andrà avanti per quattro settimane, fino a fine aprile, con un film a settimana visibile gratuitamente sulla piattaforma Docacasa.it.

A inaugurare il miniciclo è Vanitas di Mario Brenta e Karine de Villers, un film che mette in guardia gli spettatori dall’eccesso di Hybris. Ispirandosi a testi sacri, poeti e pensatori del XIX e XX secolo il documentario è “un monito perentorio a riflettere sulla realtà della natura umana, a liberarsi dalla menzogna del mito e dalle pericolose insidie dell’illusione”. Lo si potrà vedere fino al 4 aprile, mentre il 3 aprile gli autori incontreranno il pubblico in un incontro alle 18 (orario fisso di tutti gli incontri in programma).
Dal 5 al 12 aprile la piattaforma ospita poi il pluripremiato Cimap! Cento italiani matti a Pechino di Giovanni Piperno, storia dell’incredibile viaggio transcontinentale compiuto da 77 malati mentali e 130 tra operatori, psichiatri, familiari e volontari, in treno da Venezia a Pechino, passando per Ungheria, Ucraina, Russia e Mongolia, con lo scopo di mettere in crisi lo stigma che ancora oggi accompagna la malattia mentale. L’incontro con il regista è in programma il 10 aprile alle 18.

Dal 12 al 19 aprile si prosegue con Varichina – La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis, docufiction che racconta la vita tragicomica di un omosessuale nella Bari degli anni ’70, diretta da Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo. L’incontro con i registi è fissato per il 17 aprile.
L’appuntamento finale è con Lievito madre. Le ragazze del secolo scorso, un film di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria, visibile dal 19 al 26 aprile. A partire da circa mille interviste a donne di ogni età le due autrici, in webinar il 24 aprile, raccontano le grandi donne del passato rivolgendosi a quelle del futuro.