Musica e cinema insieme al SoundScreen Film Festival

12 aprile 2016

Col motto “Play the movie!” si svolge a Ravenna, dall’11 al 16 aprile, al Palazzo del Cinema e dei Congressi, SoundScreen Film Festival, una rassegna di eventi dedicata alle colonne sonore e al contributo creativo che la musica può offrire alla riuscita di un film. Al centro del programma un concorso internazionale per lungometraggi con una rosa di 10 film, tra cui: l’anteprima europea di “Aladdin”, di Adam Green, con Macaulay Culkin e Devendra Banhart; “God Help The Girl”, il musical scritto e diretto da Stuart Murdoch dei “Belle and Sebastian”; “Eden” della regista Mia Hansen-Løve; “The Guest” di Adam Wingard.

La sezione “Panorama” apre uno sguardo sulle nuove tendenze del cinema musicale italiano, da “Nel Paese dei Coppoloni”, documentario di Stefano Obino ambientato nei luoghi in cui l’ispirazione poetica di Vinicio Capossela è diventata realtà, a “Numero Zero – alle radici del rap italiano” di Enrico Bisi (proiezione in collaborazione con il centro giovanile Cisim di Ravenna), sino a “Complimenti per la festa” di Sebastiano Luca Insinga, che racconta i 20 anni dall’esordio dei “Marlene Kuntz”: la band piemontese sarà in sala. Con una retrospettiva dedicata al “Duca Bianco”, il festival propone inoltre il suo tributo a David Bowie, riservando un omaggio a parte alla cantante Amy Winehouse, con il biopic di Asif Kapadia, che ha trionfato agli ultimi Oscar. Tra gli eventi speciali si segnalano la proiezione di “Daft Punk Unchained”, il documentario sul duo francese che dagli anni Novanta ha messo in subbuglio il mondo del clubbing, e la sonorizzazione dal vivo de “L’Inferno”, film muto del 1911, curata dalla Byzantium Experimental Orchestra di Bruno Dorella e da Nicola Manzan, violinista e produttore titolare del progetto Bologna Violenta.