Il mondo abbraccia il Cinema Ritrovato

29 luglio 2020

Bologna si stringe forte intorno al Cinema Ritrovato, manifestazione che segna da 34 anni la vita della città, e apre spazi e luoghi anche a manifestazioni prestigiose come Cannes e Venezia, in questo anno pazzo e imprevedibile che ha riscritto le regole del mondo.
Doveva essere un’edizione ridotta, quella organizzata dalla Cineteca di Bologna, invece dal 25 al 31 agosto saranno 400 i film in programma da mattina a notte e 10 – tra sale e arene – le location che ne ospiteranno le proiezioni in sicurezza con oltre 3000 posti a disposizione quotidiani.
E se il 2020 passerà certamente alla storia, il cinema si impone esorcizzante con la sua, percorsa da meraviglie e incanti da preservare e far conoscere a esperti e appassionati.
Nell’anno dedicato a Federico Fellini il Festival di Cannes presenterà in anteprima il film di Anselma Dell’Olio, Fellini degli spiriti, selezionato a Cannes Classics, e Last Words di Jonathan Nossiter, che sarebbe stato invece in concorso. Il film di Nossiter è stato girato in parte a Bologna – in diverse location, tra cui la Cineteca – e chiuderà il Cinema Ritrovato il 31 agosto.
La kermesse emiliana ogni anno celebra i suoi anniversari: gli 80 anni de Il Grande dittatore di Charlie Chaplin (di cui la Cineteca detiene l’archivio), i 60 anni di Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard e i 30 anni di Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese. Quest’ultimo anniversario coincide con quello della nascita di The Film Foundation, l’organizzazione con cui Scorsese ha contribuito in questi 30 anni al restauro di alcuni grandi capolavori del cinema del passato, collaborando spesso con il Laboratorio L’Immagine Ritrovata.
Anche la Mostra Internazionale di Bologna sarà accolta a Bologna, con la sezione Venezia Classici e i suoi capolavori recuperati in concorso, in lizza per il Leone, tra cui i restauri della Cineteca di Sedotta e abbandonata di Pietro Germi e Cronaca di un amore di Michelangelo Antonioni.
Tra i luoghi più prestigiosi in cui si terrà la manifestazione, oltre a Piazza Maggiore ci sarà anche il Teatro Comunale di Bologna,  in cui saranno ospitati tutte i titoli di cinema muto, che saranno proiettati in un’atmosfera di grande bellezza e suggestione.
Non mancheranno inoltre i documentari, le anteprime assolute e le retrospettive, in primis quella dedicata a Henry Fonda. Nei prossimi giorni vi proporremo focus e speciali dedicati ai film di questa edizione.