Il meglio del cinema italiano in concorso al Bobbio Film Festival

31 luglio 2018

Dal 4 al 18 agosto sui colli piacentini torna il Bobbio Film Festival, rassegna ideata e diretta da Marco Bellocchio e giunta alla ventiduesima edizione. Nata come originale progetto di formazione ‘sul campo’ per giovani registi è divenuta sempre di più un atteso appuntamento con maestri e nuove leve del cinema italiano. Per due settimane artisti, critici cinematografici, stagisti, addetti ai lavori, si riuniscono nella splendida cornice di Bobbio, borgo natio di Bellocchio, per condividere nuove visioni, capolavori restaurati, ma soprattutto incontri, dibattiti, momenti di riflessione e approfondimento. Durante i giorni delle proiezioni proseguono, infatti, il Seminario residenziale di critica cinematografica e Fare Cinema, corso di alta formazione che quest’anno vede come docente di regia Gianni Amelio.
Sono quattordici i film in programma ogni sera al Chiostro di San Colombano alle 21.15, tutti seguiti da incontri e conversazioni col pubblico dei registi e attori ospiti della serata, moderati di volta in volta dai critici cinematografici Enrico Magrelli, Anton Giulio Mancino e Giona Nazzaro.

Ironia, comicità, intelligenza e parodia sono ingredienti fondamentali di alcuni dei film in programma, come Ammore e malavita diretto dai Manetti Bros, inedito intreccio di gusto parodico tra sceneggiata napoletana e musical, con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso e Raiz, che apre il festival il 4 agosto; leggerezza e divertimento anche con Metti la nonna in freezer, diretto da Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi con Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone, Marina Rocco, Francesco Di Leva (6 agosto).  Di tutt’altro segno è Manuel di Dario Albertini, in programma il 5 settembre. Il film, che vede protagonisti Andrea Lattanzi, Francesca Antonelli, Renato Scarpa, Giulia Elettra Gorietti, illumina la vicenda del giovane Manuel, le speranze e le paure di un giovane che desidera diventare adulto per prendersi cura della madre in carcere. Atmosfera ancora diversa, surreale e sentimentale, è Tito e gli alieni, film diretto da Paola Randi, con Valerio Mastandrea, Clémence Poésy, Luca Esposito (II), Chiara Stella Riccio, in programma il 7 agosto.  L’8 agosto è la volta di Easy – Un viaggio facile facile di Andrea Magnani, con Nicola Nocella, Libero de Rienzo, Barbara Bouchet, Ostap Stupka, Veronika Shostak, viaggio surreale e rocambolesco della salma di una vittima del lavoro dall’Italia all’Ucraina. Giovedì 9 agosto spazio a un capolavoro assoluto: Novecento – Atto primo, diretto da Bernardo Bertolucci, con Robert De Niro, Gérard Depardieu, Sterling Hayden, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna. La serata del 10 agosto è interamente dedicata alle opere nate attraverso il corso di alta formazione Fare Cinema, con la proiezione di La lotta, scritto e diretto da Marco Bellocchio, Casa d’altri, scritto e diretto da Gianni Amelio, e Una sequenza di La Tenerezza. Un corto? scritto e diretto da Gianni Amelio.
L’11 agosto sul grande schermo di Bobbio il film sostenuto da Emilia-Romagna Film CommissionNobili bugie di Antonio Pisu, con Claudia Cardinale, lo stesso Pisu, Giancarlo Giannini e Ivano Marescotti. Un film molto particolare che ricorda il plot di una storia teatrale, ambientato com’è in una grande tenuta sui colli bolognesi, a Villa La quiete, nell’Italia del 1944, dove si svolge ‘quieta’, sull’orlo del declino che gli abitanti fingono di non vedere, la vita di una famiglia di duchi, duchesse e servitù ridotta ai minimi termini. Domenica 12 agosto Damiano e Fabio D’Innocenzo presentano La terra dell’abbastanza, con Andrea Carpenzano, Matteo Olivetti, Milena Mancini, Max Tortora mentre il giorno dopo, lunedì 13 agosto, sarà proiettato un film di Paolo Sassanelli, Due piccoli italiani, che vede il regista anche nel cast insieme a Francesco Colella, Rian Gerritsen, Marit Nissen. Martedì 14 agosto a Bobbio sbarca uno dei più noti registi teatrali di ricerca, Pippo Delbono, che presenta il suo Vangelo, dall’omonimo spettacolo teatrale; nel cast, insieme a lui, Safi Zakria e Nosa Ugiagbe. Giovedì 16 agosto si torna a Novecento di Bernardo Bartolucci con l’Atto secondo, con Robert De Niro, Gérard Depardieu e Donald Sutherland.
Il Cratere che dà il titolo al film del 17 agosto, diretto da Luca Bellino e Silvia Luzi con Sharon Caroccia, Rosario Caroccia, Tina Amariutei e Assunta Arcella, è invece il luogo dei vinti, il buco nero e livido in cui vive di espedienti Rosario, un ambulante che dichiara guerra al futuro con la sua arma migliore, la figlia Sharon, tredici anni, corpo acerbo, indolenza da ragazzina, e una voce magnifica. L’ultimo film in programma è ancora un grande classico di Bernardo Bertolucci, Ultimo Tango a Parigi, con Marlon Brando e Maria Schneider. Il film, proiettato il 18 agosto, nella versione restaurata dalla Cineteca Nazionale, sarà preceduto dalla Cerimonia di premiazione del Festival.

Il Bobbio Film Festival è organizzato dalla Fondazione Fare Cinema, in sinergia con il Comune di Bobbio, ed è sostenuto da: Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia-Romagna, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Camera di Commercio di Piacenza.