Le farfalle volano in autunno: un intenso tour festivaliero per Butterflies in Berlin

19 settembre 2019

La regista e scenografa parmigiana Monica Manganelli attraversa nuovamente l’oceano per ritentare la scalata agli Oscar, già sfiorata nel 2015 con il commovente e pluripremiato corto La Ballata dei Senzatetto.
Negli Stati Uniti, questa volta ci andrà però Butterflies in Berlin, una nuova, toccante, animazione sostenuta da Emilia-Romagna Film Commission, che sarà in concorso a novembre al St. Louis International Film Festival, manifestazione del circuito Oscar® qualifying film festival//documentary short subject. Prima di questo importante appuntamento il mediometraggio sarà però in diverse altre kermesse internazionali, con un fitto calendario di appuntamenti nel mese di ottobre.
Prima tappa l’Azerbaijan, con la partecipazione al DokuBaku International Documentary Film Festival, per poi tornare in Emilia-Romagna al Sedicicorto di Forlì, dove il film concorrerà nella sezione “Corti in Loco”. A metà mese prima tappa negli USA al San Diego Italian Film Festival, e quindi nuovamente in Italia per il Florence Queer Festival il 18 ottobre, data in cui l’autrice incontrerà gli studenti della Scuola d’Arte. Sarà successivamente il polacco Szczecin Film Festival a ospitare il film, che chiuderà il tour ottobrino al Queer FilmFest Weiterstadt in Germania e con una presentazione al Ravenna Nightmare.
“Butterflies” in Berlin racconta la storia di Alex, il primo transessuale operato della storia, che si trasferisce a Berlino all’alba dell’ascesa del nazional-socialismo e delle sue atroci leggi discriminatorie. Una storia di metamorfosi in quattro capitoli, in cui, oltre a Emilia-Romagna Film commission hanno creduto Bee Communications, il Mibac e il Ministero della Cultura tedesco (Der Beauftragte der Bundesregierung für Kultur und Medien).

(In foto: Monica Manganelli e il team del film)

Video

Lo speciale del film