"La guerra è finita". Palomar avvia le riprese della nuova fiction nel reggiano

21 maggio 2019

Carlo Degli Esposti e Nicola Serra, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Palomar, colosso della produzione cinematografica internazionale, hanno confermato l’interesse a investire in Emilia-Romagna, in particolare nel Parco Innovazione “Reggiane”, in cui un paio d’anni fa hanno iniziato a essere operativi con il nuovo film di Giorgio Diritti, Volevo Nascondermi.
La casa di produzione ha annunciato l’avvio delle riprese di La guerra è finita, serie televisiva diretta da Michele Soavi, sostenuta da Emilia-Romagna Film Commission, e interpretata da Michele Riondino, Isabella Ragonese, Valerio Binasco, Andrea Bosca, Carmine Buschini, che dovrebbe andare in onda in otto puntate, presumibilmente sulla RAI, all’inizio del 2020. Una nuova storia che coinvolge adolescenti, legata a un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno vissuto gli orrori dei lager e che, al termine del conflitto, tentano di ricostruirsi una vita. Le riprese dureranno fino ad agosto e interesseranno diversi centri della regione, ma soprattutto Reggio Emilia, San Donnino di Liguria, Casalgrande, Rubiera, Guastalla, Novellara Scandiano, Sant’Ilario D’Enza, Gualtieri, Quatto Castella.
Palomar ha inoltre avviato una partnership con il gruppo francese Mediawan, di cui fa parte OnEntertainment, uno dei principali soggetti europei nel campo dell’animazione. Una nuova sfida per il gruppo di Degli Esposti, che sta pensando di avviare proprio al Tecnopolo  di Reggio una start up con un’unità produttiva che dovrebbe impiegare inizialmente tra le 15 e le 20 unità.

Ce ne parla Nicola Serra

Video

Le nuove iniziative Palomar in Emilia-Romagna