A Imola le riprese del cortometraggio Mon Clochard

15 ottobre 2017

Il giovane regista Gian Marco Pezzoli e la sceneggiatrice Marta Bedeschi hanno scelto la loro città, Imola, come location di Mon Clochard, cortometraggio prodotto da Articolture, realizzato con il sostegno di Emilia-Romagna Film Commission, con il contributo dell’Associazione culturale “Noi Giovani” e la collaborazione del Comune.
Iniziate nel week end, le riprese dureranno fino al 18 ottobre, coinvolgendo i protagonisti, Roberto Citran e Giovanni Calcagno, unitamente a un’altra decina di attori – tra questi anche Bob Messini – e comparse, selezionati nelle scorse settimane con un casting locale.
“Mon Clochard” racconta di Davide (Citran), un insegnante che vive in un condominio di periferia in cui si sente in trappola. Le azioni quotidiane scandiscono il ritmo ripetitivo della sua vita, sino all’arrivo di Leon (Calcagno), un senza fissa dimora che staziona nel cortile dello stabile. Davide non comprende l’affetto con cui gli altri condomini lo accolgono e, un’iniziale antipatia verso il clochard, si trasforma in vero e proprio odio.

“Questo progetto mi è piaciuto perché, in maniera molto raffinata, racconta la difficoltà di accettare l’estraneo, il diverso, neanche lo straniero, una cosa che oramai succede tutti i giorniha detto Roberto Citran,- Il modo in cui la vicenda viene raccontata mi ricorda un po’ lo stile di Dino Buzzati, etereo però alla fine estremamente concreto, che ti lascia dentro qualche cosa di veramente forte. Spero che si riusciranno a realizzare gli obiettivi prefissati”.

Il corto, che promuove i giovani talenti del territorio, rappresenta una nuova sfida per Articolture, il gruppo di produzione bolognese che sta vivendo un 2017 davvero importante, iniziato con il David di Donatello al miglior corto all’opera “A casa mia”, di Mario Piredda, e  proseguito con la selezione nel concorso principale del Festival di Locarno de Gli asteroidi, di Germano Maccioni, film che sarà distribuito nelle sale dell’Emilia-Romagna dal 26 ottobre e dal 1 novembre in quelle nazionali.