A Imola il corto è passione

07 dicembre 2016

Drammi, commedie, film sperimentali e documentari, fiction e animazione, il tutto in “formato ridotto”. Sono 43 i corti selezionati e 76 i Paesi rappresentati al Corto Imola Festival, che dall’8 al 12 dicembre, proporrà eventi e proiezioni in attesa di Il Giorno + Corto fissato, come ogni anno, per il 13 dicembre, giornata di chiusura interamente dedicata al cortometraggio.

Ricchissimo il programma e numerose le location coinvolte; oltre a Imola, centro del Festival, iniziative si terranno nei comuni limitrofi di Casalfiumanese e Fontanelice, Castel Bolognese, Marradi e Ravenna, fino all’Istituto Italiano di Cultura ad Amburgo e alla Casa Italiana Zerilli-Marimò a New York, che riconferma la sua prestigiosa presenza.

I cortometraggi in concorso saranno visibili a partire da giovedì 8 dicembre sul sito web www.cortoimolafestival.it – dove si potrà anche votare il film preferito –  e in tutti i luoghi citati. Le votazioni si chiuderanno martedì 13 dicembre 2016 alle ore 21. Il vincitore verrà annunciato nella notte del 13 dicembre sulla pagina Facebook del festival.

Tra le opere in concorso si segnalano il drammatico e pluripremiato Mother, film del georgiano Rati Tsiteladze, in cui una madre nasconde la nascita del figlio per preservarlo da pesanti pregiudizi, l’altrettanto blasonato Mousse, mediometraggio di John Hellberg, commedia noir ambientata in una Svezia futuristica a cui approda un francese amante del gioco e lo spagnolo On The Path di Mikel Rueda, interpretato dalla nota Maribel Verdú. Tra gli italiani Non senza di me, di Brando De Sica, che indaga nel difficile rapporto padre-figlio e l’interessante Manhunt di Brando Bartoleschi, con un sempre affascinante Adriano Giannini.

Nei giorni di festival saranno diversi gli eventi speciali proposti. Tra questi Il Cinema nasce Corto – Il Cinema fantastico delle Origini, che si terrà l’11 dicembre alle ore 16.00, presso il Ridotto del teatro Ebe Stignani di Imola, dove la saggista e critico cinematografico Mariangela Sansone presenterà la visione  dei migliori corti di inizio secolo, da Méliès a Segundo de Chomón, con l’accompagnamento al pianoforte di Francesca Vecchi,

Corto Imola Festival è ideato e diretto da Franco Calandrini, organizzato da Start Cinema, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Imola, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, la collaborazione del Teatro Ebe Stignani, del Centro Giovanile Ca’ Vaina e dei luoghi aderenti all’iniziativa.