Il cinema che verrà

01 marzo 2019

Grandi personaggi, vite da raccontare, sguardi sul territorio e sul mondo. Autori e produttori dell’Emilia-Romagna hanno accolto l’invito del festival Visioni Italiane di Bologna e si sono ritrovati il 28 febbraio in Cineteca, per parlare dei progetti in lavorazione e dei film in imminente uscita, la casualità ha voluto proprio nel giorno della pubblicazione del bando regionale 2019 dedicato allo sviluppo cinematografico e audiovisivo.
Un sostegno importante quello che la Regione sta dando al proprio cinema, come confermato in apertura dei lavori dal responsabile di Emilia-Romagna Film Commission, Fabio Abagnato e, subito dopo, dal numero di progetti presentati, sostenuti dal Fondo per l’Audiovisivo dell’Emilia-Romagna attraverso i bandi degli ultimi anni.
Proprio il Fondo le possibilità dei finanziamenti a disposizione degli operatori sono stati approfonditi da Abagnato, che ha informato dell’importante e positivo trend del settore a livello produttivo, occupazionale e, naturalmente, culturale.
Anno cruciale si è rivelato il 2018, con l’avvio del secondo piano triennale, e l’investimento di grandi case in Emilia-Romagna, prima tra tutte Palomar, che ha scommesso sulla nostra regione anche per il 2019. Significativo inoltre il consolidamento di relazioni e scambi tra film commission regionali e con la Direzione generale del Ministero, che ha portato a nuove sinergie e a una maggiore visibilità in contesti internazionali.
La chiamata del bando regionale a sostegno delle produzioni si è chiusa ieri con un significativo incremento di domande di respiro nazionale ed estero, che ora passeranno al vaglio del nucleo di valutazione.