Il grande cinema nel cuore dell’Appennino Ritrovato

26 giugno 2019

Dall’Arco del Meloncello alla Montagne dell’Appennino, l’estate del giardino fuori porta è soprattutto all’insegna del cinema, di classici che fanno ancora sognare e novità tutte da scoprire. Dal 5 luglio al 22 agosto, infatti, nell’ambito dell’Appennino Ritrovato (che va avanti fino a settembre con visite, trekking e appuntamenti sportivi), arriva la rassegna curata da Porretta Cinema, che unisce storia, natura, sport e passeggiate enogastronomiche sotto la buona stella dei film proiettati gratuitamente all’aperto nelle piazze, e di incontri con artisti e professionisti del settore cinematografico. Un’occasione per conoscere meglio un territorio che ha davvero molto da offrire e per rinsaldare un legame tra Porretta Terme e il cinema, nato negli anni sessanta e più vivo che mai grazie all’omonimo festival in programma a dicembre.

Ad aprire la rassegna un capolavoro intramontabile. Il 5 luglio a Borgo Capanne (Alto Reno Terme) arriva infatti Ladri di Biciclette di Vittorio De Sica, nella versione restaurata di recente dalla Cineteca di Bologna che lo scorso anno ha già fatto sognare il pubblico di Cannes e di Piazza Maggiore. Titolo simbolo del Neorealismo, e Oscar come miglior film straniero nel 1950, il film ispirato al romanzo di Luigi Bartolini, secondo André Bazin, è “il centro ideale attorno al quale orbitano le opere degli altri grandi registi del Neorealismo” e tra i suoi illustri sceneggiatori c’è anche Gherardo Gherardi nato proprio a Borgo Capanne. Seguiranno poi The Soul Jorney di Marco della Fonte, in programma il 23 luglio a Porretta Terme (Piazza della Libertà), Il Postino di Massimo Troisi, a venticinque anni dalla morte dell’indimenticabile regista, sullo schermo il 9 agosto a Castelluccio (Alto Reno Terme), Il Concerto di Radu Mihaileanu a Molino del Pallone (Alto Reno Terme) il 12 agosto, Il libro della giungla di Jon Fravreau in cartellone il 22 agosto al Parco Rufus Thomas di Porretta. Per i veri appassionati sono da segnare in agenda anche i tour guidati, a piedi o in bicicletta nei luoghi dove sono state girate alcune scene dei film del regista bolognese Pupi Avati.

L’iniziativa è promossa da Porretta Cinema, Happy Trail MTB e APPENNINO GEOPARK, grazie a Comune di Alto Reno e Bologna Estate.