Il Fulgor felliniano riaccende i proiettori e cerca un gestore

23 maggio 2017

Entro la fine del 2017 riaprirà le porte il cinema Fulgor, la storica sala riminese resa immortale da Federico Fellini in pellicole come Roma e Amarcord, ricercando un gestore capace, che possa valorizzarne la programmazione e il grande potenziale. Fino al 26 giugno prossimo gli interessati potranno partecipare al bando europeo del Comune di Rimini e presentare un’offerta tecnico-gestionale ed economica, seguendo i parametri indicati. Tra questi: il vincolo di riservare ai film d’essai il 70% della programmazione, di osservare almeno 250 giornate di apertura all’anno, di sviluppare proposte a favore degli istituti scolastici e del pubblico più giovane, di realizzare progetti di valorizzazione della struttura e di attuare programmi dedicati alla diffusione della storia del cinema.

Al Comune saranno riservate almeno 10 giornate di utilizzo gratuito del cinema, mentre a cura e a spese del Concessionario saranno i lavori di finitura e la fornitura di arredi e attrezzature che a fine concessione entreranno a far parte del patrimonio pubblico.

Non sono previsti contributi da parte del Comune né un canone fisso a carico del Concessionario, ma un canone variabile che il Concessionario dovrà corrispondere solo sulla parte di ricavi annuali eccedenti la soglia di 350.000,00 euro. 18 anni è la durata massima della concessione, una durata ritenuta idonea per rendere sostenibili e adeguatamente redditizi i costi di investimento, quantificati in circa 400.000,00 mila euro, e di gestione, di cui il piano economico-finanziario fornisce una descrizione dettagliata.

Un ulteriore obbligo in capo al futuro concessionario è costituito dal termine ultimo di avvio della gestione: entro 90 giorni dalla consegna della struttura.

Accanto alla sala storica dei primi del ‘900 da 190 posti, situata al piano terra del settecentesco Palazzo Valloni, il nuovo Fulgor ospiterà una seconda sala da 52 posti, come previsto dal piano di ristrutturazione. Entro la metà di luglio saranno completati e montati anche gli allestimenti scenografici realizzati dal premio Oscar Dante Ferretti, che ricreeranno un’atmosfera anni ‘30 “romagnol-hollywoodiana”

 

(Foto: lanuovarimini)