Da Fellini ai Foo Fighters: alla Festa del Cinema di Roma i film dell’Emilia-Romagna

06 ottobre 2020

Disco Ruin, La Fellinette, We are the Thousand: tre opere sostenute dal Fondo Audiovisivo della Regione Emilia-Romagna sono state selezionate in diverse sezioni della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà nella capitale dal 15 al 25 ottobre.
Il 14, alle 21:00 alla Casa del Cinema sarà Disco Ruin di Lisa Bosi e Francesca Zerbetto ad animare la serata delle anteprime, con il racconto visionario, a tratti decadente, di quarant’anni in cui la discoteca ha prodotto tendenze e cultura. La produzione Sonne Film e K+ attraversa quattro generazioni dell’Italia del clubbing, seguendone l’ascesa e il declino.

Anita Rivaroli sarà invece protagonista della sezione “Riflessi” il 22 ottobre con l’irresistibile We are the thousand – L’incredibile storia di Rockin’1000, documentario sulla rock band da Guinness dei primati che riuscì a portare in Romagna i Foo Fighters. Il 26 giugno 2015 mille musicisti provenienti da tutta Italia si ritrovarono a Cesena per eseguire “Learn to Fly”: un flashmob incredibile per convincere Dave Grohl a fare un concerto in città, raggiungendo in breve 54 milioni di views su YouTube. L’episodio fu l’inizio di un’avventura senza precedenti per i Rockin’1000, che continuarono a esibirsi in formazioni sempre più numerose. Il film, prodotto da Indyca, arriverà nelle sale dal 25 al 28 ottobre distribuito da I Wonder Pictures, nell’ambito delle I Wonder Stories, eventi che danno l’occasione di vedere al cinema i documentari e le storie più straordinarie e originali.

Nell’anno del centenario di Federico Fellini, non poteva mancare l’omaggio romano al Maestro. La Fellinette, il cortometraggio di Francesca Fabbri Fellini, che saluta il suo esordio alla regia, precederà la proiezione di “Fellinopolis” di Silvia Giulietti, in programma per il 18 ottobre. “La Fellinette” parte da un disegno che durante l’infanzia Fellini realizzò per la regista. Da qui si anima una favola sospesa tra sogno e realtà, realizzata a tecnica mista, con la partecipazione straordinaria di visionari come Milena Vukotic, Ivano Marescotti e Bustric. Nel progetto ha creduto la casa riminese Meclimone, che lo ha prodotto.
Il Laboratorio L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna sarà invece coinvolto nella sezione Restauri con In nome della Legge di Pietro Germi, pellicola del 1949 il cui ripristino è stato realizzato dal dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale ed eseguito a Bologna.

Emilia-Romagna Film Commission sarà presente a Roma per gli incontri al MIA – Mercato Internazionale Audiovisivo e per accompagnare le opere sostenute in programmazione.