In Emilia-Romagna il cineturismo è realtà

25 marzo 2019

Per Pasolini Bologna ha “l’aria barbaricamente azzurra sul cotto”, Rimini per Fellini è un “vuoto aperto sul mare” mentre tra Parma e Reggio, raccontava Guareschi, “succedono cose che non succedono in nessun’altra parte del mondo”.

Il cinema, le sue storie e i suoi autori possono svelare un territorio e la sua ricchezza in un modo unico. Da questa consapevolezza e per volontà degli assessori regionali al Turismo, Andrea Corsini, e alla Cultura, Massimo Mezzetti, nascono i primi tre itinerari di cine-turismo per condurre i viaggiatori in luoghi evocativi di set cinematografici o che sono stati importanti per la vita o l’universo creativo di un autore e promuovere l’Emilia-Romagna in un modo nuovo, con gli occhi dei grandi personaggi che qui hanno avuto i natali.

Gli itinerari collegano registi, film e storie a città e paesaggi dell’Emilia-Romagna. Le prime tre proposte, presentate oggi in Regione, riguardano “Le Terre di Don Camillo e Peppone” nel “piccolo mondo” tra Reggio Emilia e Parma, la “Bologna di Pasolini” dove l’autore passò “sette anni, forse i più belli”, e “La Rimini di Fellini” in cui “nulla si sa, tutto si immagina”.

I percorsi fanno parte di un ampio progetto che ne comprende 11 in tutto, con tante tappe per vivere i luoghi che sono stati oggetto di cinema o hanno favorito la creazione artistica di registi o autori. Il team che vi ha lavorato coinvolge Apt Servizi, Emilia-Romagna Film Commission, Fondazione Cineteca di Bologna e Ibc con il coordinamento della cabina di regia “Turismo-Cultura” della Regione.

“Il cine-turismo è un settore di grande interesse e con enormi potenzialità per l’Emilia-Romagna in termini di marketing territoriale e di attrattività turistica e culturale- spiega l’assessore Corsini-. Per mettere a disposizione di viaggiatori e appassionati la vocazione di questa terra di cineasti abbiamo, da un lato, avviato la promozione di itinerari e pacchetti turistici che hanno nel cinema il proprio filo conduttore, proponendo ai turisti luoghi evocativi unici; dall’altro, abbiamo previsto progetti per incentivare a lungo termine l’attrazione di nuove produzioni cinematografiche. L’obiettivo è quello di proseguire definendo nei prossimi mesi anche altri due itinerari: ‘Le terre di Novecento’, sulle orme di Bernardo Bertolucci, e ‘La Bologna del cinema’, tra il cinema di Pupi Avati e il set dell’ispettore Coliandro”.

Tutti gli itinerari del progetto
Gli itinerari saranno disponibili online in italiano e in inglese sul sito emiliaromagnaturismo.it. A ognuno di essi saranno presto uniti altrettanti pacchetti turistici che completeranno l’offerta con proposte culturali ed enogastronomiche più ampie.

Questi i titoli che saranno proposti:

  1.  La Bologna di Pier Paolo Pasolini
  2.  La Rimini di Federico Fellini
  3. Le Terre di Don Camillo e Peppone
  4. Le Terre di Novecento
  5. La Bologna del Cinema
  6. La Ferrara di Michelangelo Antonioni
  7. Il Piacentino di Marco Bellocchio
  8. La Ravenna del Deserto Rosso e del Grido
  9. Le Terre del Fiume Po
  10. Le Terre di Zavattini
  11. Suggestioni dall’Appennino

Ci racconta il progetto nel dettaglio l’Assessore alla Cultura Massimo Mezzetti

Video

L'Assessore Mezzetti presenta i primi tre itinerari di Cineturismo