Il dark side del cinema al Ravenna Nightmare Film Fest

12 luglio 2018

Dal 26 ottobre al 4 novembre torna il Ravenna Nightmare Film Fest organizzato da Start Cinema. La rassegna celebra quest’anno la sua sedicesima edizione, proprio come il festival letterario GialloLuna NeroNotte con cui il Nightmare incrocia il cartellone per proporre giornate di eventi, lezioni, incontri, proiezioni di film dedicati al lato più dark della produzione letteraria e cinematografica contemporanea nazionale e internazionale.

Anteprime, concorsi internazionali, incontri, master class, ospiti ed eventi speciali sono gli ingredienti di un festival cinematografico che sempre di più prevede un ampliamento degli appuntamenti durante tutto l’anno, come le Festival Premiere, iniziativa primaverile che ha anticipato l’evento con un ciclo di prime visioni di film d’autore in lingua originale, e che tornerà in autunno.

 Al centro delle numerose sezioni, come sempre, i due Concorsi internazionali: quello di cortometraggi di fiction, d’animazione e documentari, e quello dedicato ai lungometraggi di fiction e documentari. Nightmare Classic approfondisce invece, in questa edizione, il cinema al femminile, mentre Contemporanea rivolge lo sguardo al cinema del presente, ospitando, tra i vari appuntamenti, il pluripremiato Most Beautiful Island di Ana Asensio, attrice e regista che sarà a Ravenna per presentare uno dei film più significativi del circuito indipendente internazionale dell’ultima stagione. La sezione EstAsia prosegue l’analisi sulla cinematografia dell’Asia orientale, proponendo un focus sull’animazione a passo uno, con un tributo a Wes Anderson, autore de L’Isola dei cani e un omaggio al cinema giapponese di animazione attraverso una retrospettiva, la prima in Italia, dedicata a Kawamoto Kihachirô. Tutta da scoprire la sezione più nuova, Nightmare d’Essai, realizzata in collaborazione con la FICE, con proiezioni di film d’autore e un appuntamento sul cinema in Regione Emilia-Romagna incentrato sulla figura del produttore indipendente.

Un omaggio speciale, in collaborazione con il Comitato Centenario Grande Guerra e Lions Club International, è rivolto all’anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale. Alla ricorrenza celebrata in tutto il mondo il festival dedica la propria immagine guida, e la proiezione del documentario del noto regista Bill Morrison, Beyond Zero: 1914-1918, che attinge a materiale d’archivio nitrato da 35 mm originale girato durante il conflitto, per offrire uno sguardo sulla guerra combattuta nei campi, nelle trincee e in cielo.

Immancabili gli Off Screen, incontri e convenzioni diffusi in città, e gli eventi speciali di Nightmare di una notte di mezza estate, tra i quali spicca una serata alla Rocca Brancaleone di Ravenna con la proiezione de La forma dell’acqua, film di Guillermo del Toro, vincitore di ben 4 premi Oscar nel 2018, e la collaborazione con il Circolo Sogni Antonio Ricci per la proiezione di cortometraggi di valore in occasione della Notte d’Oro Winter, seguiti da La domenica dei corti, appuntamento in cui sono riunite tutte le opere del concorso per cortometraggi in una sola serata, dove anche il pubblico potrà votare l’opera migliore.

Il festival dedica un impegno particolare al fronte della formazione. In parallelo alla programmazione, nell’ambito della Nightmare School, sviluppa infatti una fitta rete di opportunità di visioni, momenti di analisi e incontri formativi. Accanto ai tanti incontri e workshop dedicati a scuole di ogni ordine e grado, da segnalare due preziose opportunità. A filmmaker e autori è dedicata la Summer School (25-29 luglio), che quest’anno approfondisce ‘Le frontiere del cinema del reale tra scrittura documentaristica e categorie della fiction’ col coordinamento dello sceneggiatore Lorenzo Hendel e una Master Class del documentarista britannico Jerry Rothwell. Agli studenti universitari è riservata invece la possibilità di svolgere un tirocinio curriculare in Cinema e Comunicazione.

Ravenna Nightmare Film Fest – Festival del Cinema di Ravenna è realizzato in convenzione con il Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

(Foto: Most beautiful Island e La forma dell’acqua)