Il cinema del reale dell’Emilia-Romagna che piace ai Nastri d’Argento

03 febbraio 2019

Saranno incoronati il prossimo 27 febbraio a Roma i vincitori dei Nastri d’Argento 2019, il prestigioso riconoscimento assegnato dal Sindacato Nazionale dei giornalisti cinematografici italiani (SNGCI). Tra i 65 film della prima selezione ufficiale il Cinema del Reale vanta una corposa lista di 40 titoli, vedendo l’Emilia-Romagna coinvolta con 6 film di realtà. Sostenuti da Emilia-Romagna Film Commission troviamo infatti Le avventure del lupo – La storia quasi vera di Stefano Benni, di Enza Negroni, che mostra un ritratto inedito e “on the road” del famoso scrittore bolognese, e il commovente Storie del dormiveglia di Luca Magi, che ci conduce nella vita e nei pensieri più intimi di alcuni ospiti del Rostom, uno dei dormitori per senza fissa dimora di Bologna.
Dopo il successo come miglior doc italiano al Torino Film Festival nuove emozioni per la parmense Anna Kauber e il suo In questo mondo, che presenta la vita incredibile delle donne pastore tra gioie e difficoltà quotidiane. Candidatura anche per il bravo Stefano Cattini che con la casa imolese SonneFilm, ha raccontato la storia incredibile del Pentcho, il battello fluviale che, tra mille peripezie, salvò dagli orrori nazisti centinaia di ebrei in fuga. Passa la selezione anche il pluripremiato documentarista e antropologo Stefano Savona con La Strada dei Samouni, documentario che ha commosso il mondo, seguito e distribuito dalla Cineteca di Bologna. Ultimo ma non ultimo, The Strange Sound of Happiness, distribuito dalla bolognese Apapaja, film visionario del videomaker e musicista  Diego Pascal Panarello, che saluta il suo debutto alla regia di lungometraggi.
Ricordiamo inoltre che “Le avventure del lupo”, “Pentcho”, e “In questo mondo” sono stati scelti anche per la tredicesima edizione della rassegna Doc in Tour, e si potranno vedere dalla seconda metà di marzo in diverse sale dell’Emilia-Romagna.