Art City Cinema

19 gennaio 2017

In occasione di Arte Fiera, la Cineteca di Bologna promuove un ricco cartellone di proiezioni che indaga i rapporti tra cinema e arti figurative. Dalle neo-avanguardie degli anni Sessanta che rielaborano la lezione dei fratelli Lumière ai ritratti dei grandi artisti omaggiati in questo periodo dalle mostre bolognesi: Frida Kahlo (Frida, naturaleza viva di Paul Leduc è in programma venerdì 27 gennaio), Salvador Dalì (martedì 24 gennaio, in programma anche il manifesto surrealista di Luis Buñuel, Un chien andalou) e Hugo Pratt (sabato 28 gennaio), il nuovo documentario di Thierry Thomas.

Il programma Art City Cinema prosegue fino a domenica 29 gennaio attraversando i filoni più diversi, tra gli eventi in cartellone ricordiamo la notte di sabato 28 gennaio (mezzanotte in punto) tutta dedicata a Marina Abramović con tre proiezioni: The Space in Between: Marina Abramović and Brazil, nuovo lavoro di Marco Del Fiol, accompagnato da due pezzi storici di Marina Abramović, City of Angels (1983) e Terra degli Dea Madre (1984).
Non manca l’omaggio a Wolfango, scomparso in questi giorni, con Wolfango: una lunga fedeltà di Teo De Luigi in programma sabato 21 gennaio alle ore 18.15. Ancora grandissimi artisti colti in aspetti particolari con Chagall, peintre de la musique (Francia/2015) di Mathilde Deschamps Lotthé (sabato 21 alle ore 21), un documentario dedicato al rapporto con la musica dell’arte di Marc Chagall, e Picasso, naissance de l’icône (Francia/2015) di Hopi Lebel (giovedì 26 gennaio, ore 22.15 e replica domenica 29 gennaio, ore 18).

L’ultima proiezione, domenica 29 gennaio alle ore 20.30, è dedicata a Il curioso mondo di Hieronymus Bosch (The Curious World of Hieronymus Bosch, Olanda/2016) di David Bickerstaff e Phil Grabsky, un’occasione per scoprire, anche attraverso le interviste a critici ed esperti, tra cui il regista Peter Greenaway, la vita e l’opera di questo grande artista visionario.

Tutte le proiezioni si terranno al Cinema Lumière (Piazzetta Pasolini, 2/b).