Andrea Papini termina le riprese di "Tutti i nostri ieri"

26 aprile 2021

A un mese dal primo ciak  si sono concluse il 24 aprile le riprese del film Tutti i nostri ieri, diretto da Andrea Papini. 
Location principale del lungometraggio l’ex carcere di Codigoro, in provincia di Ferrara, in cui è stato allestito un set complesso per realizzare le 9 storie di detenzione e riscatto raccontate nel film, che ha come protagonista Peppino Mazzotta, volto noto e amato dal grande pubblico cinematografico e televisivo, nella parte di un regista che entra in un istituto di pena, per lavorare con i suoi ospiti a dei progetti. Insieme a Mazzotta un cast importante che conta interpreti come Francesco Di Leva, Teresa Saponangelo, Maria Roveran, Daphne Scoccia e Denise Tantucci con Thierry Toscan. 
Oltre al carcere le riprese si sono svolte in altre location di Codigoro, come la piazza principale e numerosi interni pubblici e commercialiottenendo sempre la massima collaborazione da parte di istituzioni e cittadinanza.  
Atomo Film ha scelto l’Emilia-Romagna per produrre il progetto grazie a un intenso lavoro di scouting e di relazione che nel 2020 ha dato vita a una forte e coesa sinergia tra la produzione, l’organizzatore generale John Cesaroni,Emilia-Romagna Film Commission e istituzioni, in primis con l’amministrazione comunale di Codigoro e la Sindaca Sabina Alice Zanardi. La pandemia ha posticipato l’avvio delle riprese, inizialmente previste per l’autunno scorso.  
Tutti i nostri ieri è stato girato anche nel Parco del Delta del Po, presso Stazione Foce a Comacchio, tra la zona Darsena e il centro storico di Ravenna e, infine a Bologna. 
Emiliano-romagnole anche la maggior parte delle maestranze della troupe ingaggiate, che si sono distinte per professionalità e competenza, creando così sul set un clima sereno e collaborativo.

Andrea Papini ci parla del suo progetto e della sua esperienza sul set emiliano-romagnolo.

Video

L'intervista ad Andrea Papini