Altan, i Carracci, Berlino: i film dell’Emilia-Romagna animano Art City Cinema

16 gennaio 2020

Il ciclone creativo di Arte Fiera (24 – 26 gennaio), anima a Bologna anche l’ottava edizione di Art City, coinvolgendo con progetti ed eventi tutti gli ambiti della Cultura e dell’Arte. La Cineteca di Bologna dal 15 al 26 gennaio propone la rassegna Art City Cinema, con proiezioni di film a tema e incontri con gli autori e i protagonisti al Lumière di Piazzetta Pasolini. Nell’interessante programma anche tre titoli sostenuti da Emilia-Romagna Film Commission, in calendario nei prossimi giorni. Si comincia sabato 18 gennaio con Mi chiamo Altan e faccio vignette di Stefano Consiglio, introdotto alle 20:15 dal regista e dal protagonista. Reduce dal Torino Film Festival, il film, prodotto dalla parmense Verdiana srl, ci introduce nella vita artistica e privata del grande disegnatore veneto, attraverso i suoi personaggi più celebri e amati, come Pimpa e Cipputi.
Il 23 gennaio alle 18:30 la regista Giulia Giapponesi presenterà con Marco ed Eugenio Riccòmini il monumentale Carracci, la rivoluzione silenziosa, affresco – nel vero senso della parola – di Annibale, Agostino e Ludovico Carracci, assoluti protagonisti del ’500 pittorico e fondatori a Bologna della rivoluzionaria Accademia degli Incamminati. Un viaggio attraverso i loro capolavori e i luoghi che nel mondo li ospitano, prodotto dalla società Codalunga.
Realizzato in occasione del trentesimo anniversario della caduta del Muro, Berlino Est Ovest, film diretto da Enza Negroni e prodotto da Sonne Film e Edenrock . Guida d’eccezione Manuel Agnelli, che ripercorre il viaggio del manager musicale bolognese Maurizio Stanzani, attraverso l’importante archivio di quest’ultimo. Manuel, nella Berlino divisa, ha vissuto e ricercato quelli che erano i suoi miti musicali (David Bowie, Einstürzende Neubauten, Iggy Pop) e nella città riunificata ha successivamente suonato e esibendosi come artista di primo piano della scena musicale italiana. “Berlino Est Ovest” sarà presentato il 24 gennaio alle 20 dalla regista insieme a Andrea Manetti, Massimo Augusto, Marco Giovetti, Mauro Felicori e Massimo Iosa Ghini.

I film di Giulia Giapponesi e di Enza Negroni sono stati inoltre selezionati per la 14esima edizione di Doc in Tour e si potranno vedere in diverse sale FICE dell’Emilia-Romagna dal 21 marzo al 31 maggio.