AUDITORIUM MANZONI

L’Auditorium Manzoni nasce come cinema e teatro a Bologna nel 1933. Il palazzo viene realizzato dall’ingegnere bolognese Ildebrando Tabarroni, in stile liberty, in mattoni e ferro, con soluzioni innovative nelle coperture e nelle strutture interne e sofisticati accorgimenti tecnici per la messa in scena di spettacoli sia lirici, sia di prosa o varietà.
Lo stile Art Nouveau, visibile nelle facciate esterne e nei decori e affreschi interni, viene mantenuto anche nel radicale restauro, avvenuto nel 2003, dopo l’acquisizione dello stabile da parte del Comune di Bologna. Il teatro diventa così un auditorium fruibile dodici mesi all’anno, dove lo spazio interno costituisce una sorta di enorme cassa armonica lignea.

Dal 2005 è diretto dal maestro Giorgio Zagnoni. La stagione “Manzoni Factory” propone ogni anno musica classica, in particolare con i concerti della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna (diretta dallo stesso Zagnoni), musica etnica, jazz, rock e pop, inoltre offre spazio alla danza e alle arti visive. Al “Manzoni” si svolgono anche i concerti del “Bologna Festival” e di “Musica Insieme”, prestigiose rassegne bolognesi con musicisti internazionali.
Tra gli ospiti presenti negli ultimi anni si ricordano direttori come Mikhail Pletnev, Michele Mariotti, Gianluca Gelmetti, Mischa Damev, il compositore e direttore Luis Bacalov, i violoncellisti Mischa Maisky e Giovanni Sollima, il violinista Baiba Skribe, il pianista Herbert Schuch e vere e proprie leggende della musica come Bob Dylan, Lisa Stansfield e John Mayall.

AUDITORIUM MANZONI -
Via de' Monari, 1/2 - 40121 Bologna
Visualizza su google maps

La scheda

Anno di costruzione
1933
Anno inizio attività
2002
Link scheda IBC
http://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it/samira/v2fe/loadcard.do?id_card=204166&force=1
Secolo costruzione
XX
Sale
1
Posti
1234
Programmazione
CONCERTI, DANZA, ALTRO
Proprietà
Privato

Contatti

Telefono
051 261303 - 2960864
E-mail
info@auditoriumanzoni.it
Web
Credits
Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna (foto: Andrea Scardova)