Strategia del ragno

Tratto dal racconto Tema del traditore e dell’eroe di Borges, Strategia del ragno il film è una favola labirintica sull’ambiguità, leggibile sia a livello politico che psicoanalitico. Bertolucci continua a interrogarsi su se stesso, tracciando la figura romantica di Athos (Giulio Brogi), intellettuale diviso tra borghesia e marxismo, intrappolato nella ricerca della verità sulla morte del padre. Dramma epico, in bilico tra realtà e immaginazione, impressionismo e surrealismo, sfocia alla fine in una dimensione onirica, accentuata dalla fotografia di Vittorio Storaro.

Restaurato da Fondazione Cineteca di Bologna e Massimo Sordella in collaborazione con Compass Film e Rai Cinema presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata

Italia, 1970 – regia di Bernardo Bertolucci – durata: 110’

11 settembre, ore 20:00 – Il film è abbinato abbinato a The House Is Black, cortometraggio iraniano del 1962 realizzato in un lebbrosario dalla poetessa Forough Farrokhzad, e, alle ore 22.30, a The Hills of Marlik, altro breve lavoro iraniano, filmato in uno scavo archeologico da Ebrahim Golestan nel 1964.

Cosa
Quando