Mondovisioni e l’attualità su grande schermo

09 febbraio 2017

Mondovisioni, la rassegna itinerante della rivista Internazionale, arriva a Bologna per il quinto anno, proponendo una selezione di sei documentari legati all’attualità e ai grandi fatti mondiali.
Il ciclo bolognese – legato alla selezione cinematografica del Festival di Internazionale, che si tiene annualmente a Ferrara – è frutto di una sinergia tra Kinodromo e Sfera Cubica e inaugurerà ufficialmente il 14 febbraio al Cinema Europa di Via Pietralata, con la proiezione di Among the believers di Mohammed Ali Naqvi e Hemal Trivedi, film che getta un inquietante sguardo sui fermenti religiosi in Pakistan. Al centro della storia l’obiettivo del leader spirituale Abdul Aziz Ghazi, sostenitore del gruppo “Stato islamico” e dei taliban, che incita aljihad, e lavora per attuare in Pakistan una rigida versione della sharia. Il secondo appuntamento, previsto per il 28 febbraio, è dedicato al tema della riproduzione e della fecondazione assistita, con Future Baby di Maria Arlamovsky, in una serata tra etica e scienza.
Marzo ci porta invece due storie incredibili, che vengono da oriente. La prima, in proiezione il 7 marzo, è The girl who saved my life, docufilm autobiografico di Hogir Hirori, che lascia la Svezia per ritornare in Kurdistan e raccontare il destino dei profughi in fuga dall’Isis, in particolare la storia della piccola Souad, che lo tocca profondamente. Il secondo documentario sposterà le telecamere in Egitto e su Bassem Youssef, il cardiochirurgo che ha tolto il camice per diventare comico, mentre dilaga la Primavera Araba. Il suo controverso programma televisivo sarà protagonista di Tickling Giants, di Sara Taksler, che si potrà vedere il 21 marzo. In aprile e maggio gli ultimi due appuntamenti con Mondovisioni: il giorno 11 aprile con Under the gun di Stephanie Soechtig, e l’attualissimo problema della detenzione di armi negli Stati Uniti e, infine, il 9 maggio con lo spagnolo Alcadessa, di Pau Faus, che mostra il percorso politico e privato di Ada Colau, candidata sindaco del movimento “Barcelona in comú”.

Tutte le proiezioni, realizzate in collaborazione con diverse associazioni non profit del territorio, inizieranno alle 21:15, proponendo in seguito un dibattito con ospiti, e saranno precedute alle 19 da un aperitivo presso il loft Kinodromo, adiacente al Cinema Europa.

Social