Il cinema in “Controluce”

13 settembre 2017

Si chiama Controluce, ed è la nuova casa di produzione cinematografica inaugurata dall’attore e autore Stefano Muroni, dal regista Marco Cassini e dalla scrittrice e autrice Valeria Luzi. I tre soci hanno deciso di scegliere Roma come sede centrale, per garantire un respiro nazionale all’attività ma, Controluce, ha tra gli obiettivi prioritari la valorizzazione dei territori e delle realtà di Emilia-Romagna, Abruzzo e Lazio, regioni di provenienza dei fondatori.
Oltre alla territorialità, la mission della società è sia la realizzazione di opere cinematografiche sostenibili, di grande spessore artistico e sociale, sia la valorizzazione di giovani autori italiani indipendenti, come specificato durante la presentazione, avvenuta durante la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, a cui hanno partecipato anche l’Assessora alle attività produttive dell’Emilia-Romagna Palma Costi e la Consigliera regionale Marcella Zappaterra.
Il primo progetto cinematografico della nuova casa di produzione coinvolge proprio l’Emilia-Romagna ed è Oltre la bufera, dedicato alla vita di don Giovanni Minzoni, parroco ucciso nel 1923 nel territorio ferrarese per mano fascista.
Precursore della nascita di Controluce è stato certamente il pluripremiato La notte non fa più paura, film per non dimenticare il terremoto in Emilia, e le vittime sorprese sui posti di lavoro, girato interamente nel 2014 a Mirabello, una delle zone colpite. Stefano Muroni, ferrarese di nascita, l’ha voluto realizzare sul suo territorio, interpretando il ruolo principale sotto la direzione di Marco Cassini. Definito “il film della gente” “La notte non fa più paura” è un piccolo gioiello low budget; ha ricevuto grande sostegno anche dalle istituzioni e dagli abitanti del territorio ed è stato presentato in importanti manifestazioni nazionali e internazionali.

Video

Stefano Muroni ci parla di Controluce Produzione

Social