A Cannes l’Emilia-Romagna è una visione

15 maggio 2017

Dal 17 al 28 maggio i riflettori del cinema mondiale saranno puntati sul Festival di Cannes e sugli ospiti internazionali che sfileranno sulla Croisette. Un’edizione particolarmente importante questa per Emilia-Romagna Film Commission e il Fondo Regionale per l’Audiovisivo, direttamente coinvolti con due film. Il primo è Dopo la guerra, di Annarita Zambrano, girato in Francia e a Bologna, in concorso nella sezione Un Certain Regard,  presieduta dall’attrice statunitense Uma Thurman.

Il secondo è Nobili Bugie – opera prima di Antonio Pisu girata a Sasso Marconi e prodotta dalla casa di produzione bolognese Genoma Films, – che sarà presentato il 22 maggio in occasione dell’evento speciale dedicato a Claudia Cardinale, icona dell’edizione 2017 del Festival, e protagonista del film insieme a Raffaele Pisu e a Giancarlo Giannini. Emilia-Romagna Film Commission sarà  a Cannes a supporto dei film sostenuti e per appuntamenti internazionali volti a promuovere il sistema cinema del nostro territorio.

Presente in Costa Azzurra anche la Cineteca di Bologna che, nella sezione Cannes Classics, porterà Blow-Up, capolavoro di Michelangelo Antonioni restaurato in partnership con Istituto Luce – Cinecittà e Criterion, in collaborazione con Warner Bros e Park Circus, e con la supervisione del maestro della Fotografia Luca Bigazzi.
La Fondazione sarà inoltre presente con il restauro Soleil O, diretto nel 1970 dal regista franco-mauritano Med Hondo (che ha anche collaborato alla realizzazione del restauro, finanziato da George Lucas Family Foundation e dallo stesso World Cinema Project di Martin Scorsese) e con Lucía, pellicola del 1968 del regista cubano Humberto Solas. Il laboratorio parigino della Cineteca, recentemente inaugurato, porterà invece L’Atalante, diretto da Jean Vigo nel 1934, grande classico del cinema francese.

La 70esima edizione del festival vedrà impegnata anche la compagine distributiva di Biografilm Festival, capeggiata da Andrea Romeo. Verrà infatti ufficialmente presentato I Wonder Pictures Worldsales, progetto con l’obiettivo di far conoscere 13 titoli italiani nel mondo. Tra questi pure opere in fase produttiva, come: il nuovo lavoro di Sabina Guzzanti, Lo scienziato che cambiò le nostre vite, dedicato a Cesare Maltoni firmato da Michele Mellara e Alessandro Rossi; Cern, del collettivo bolognese Zimmerfrei; un ritratto della critica d’arte e ricercatrice barbaramente uccisa nel 1983 Francesca Alinovi, opera prima di Veronica Santi.

Infine, il 23 maggio, Ciné – Giornate estive di Cinema, la grande convention della distribuzione, presenterà all’Italian Pavillion, tutte le novità della settima edizione, che si terrà a Riccione dal 4 al 7 luglio.

Social