EVVIVA GIUSEPPE - Reggio Emilia

Giuseppe Bertolucci è stato regista, teatrale e cinematografico, e molto altro ancora: scrittore, sceneggiatore, poeta; un uomo pieno di talenti e di umana generosità, che ha lasciato un’impronta ben riconoscibile nell’arte e nella cultura, italiana e non solo, e nel grande mondo del cinema. Stefano Consiglio gli dedica un film, presentato e acclamato all’ultima recente mostra del cinema di Venezia. Attraverso la voce del poeta Attilio Bertolucci, padre di Bernardo e Giuseppe – i due fratelli legatissimi, separati solo da sei anni di età – e nelle parole dello stesso Bernardo, il racconto intimo della sua vita: le relazioni con gli amici, con i suoi attori preferiti, il lavoro di regia, gli anni da presidente della Cineteca bolognese, alla quale offrì un’appassionata e rigorosa collaborazione nel promuovere conservazione di pellicole, restauro e archiviazione di materiali audio visivi preziosi. A cinque anni dalla scomparsa, il film celebra la sua arte, che continua a esprimere una forte sintonia con questo presente. Proiezione nell’ambito della rassegna “Gli Invisibili”. Ascolta in servizio su RadioER

Social