CONTROFIGURA - Modena

Il film è stato presentato – nella sezione Cinema nel Giardino – alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia appena conclusa. In un titolo composto da due parole la giovane regista Rä Di Martino costruisce analogamente una storia “doppia”, una sorta di film dentro un film, con controfigure che si muovono al posto degli attori principali, interpretando tuttavia anch’esse un ruolo. Nel deserto attorno a Marrakech una troupe cinematografica si prepara a girare un remake di un precedente film, ove il protagonista compie un viaggio nuotando nelle piscine, di casa in casa, in un’alternanza di acqua e terraferma, di dentro e fuori, forse di reale e surreale. Con Filippo Timi e Valeria Golino. Nell’ambito della rassegna “La fabbrica delle Arti. Processi e prodotti creativi” curata da Alberto Morsiani per il Festival della Filosofia – al termine della proiezione, è previsto un incontro con la regista e il produttore e cosceneggiatore Marco Alessi.

Social